Potete trovare su questa pagina la vecchia mappa di Montreal da stampare e da scaricare in PDF. La mappa storica di Montreal e la mappa d'epoca di Montreal presentano il passato e le evoluzioni della città di Montreal in Quebec - Canada.
Nell'anno 1000 d.C. (vedi la vecchia mappa di Montreal), i vari popoli nativi nomadi delle Prime Nazioni avevano iniziato a coltivare il mais a Montreal. In poche centinaia di anni, avevano costruito dei villaggi fortificati.

Mappa storica di Montreal

Mappa di Montreal storico

La vecchia mappa di Montreal mostra le evoluzioni della città di Montreal. Questa mappa storica di Montreal vi permetterà di viaggiare nel passato e nella storia di Montreal in Quebec - Canada. La mappa antica di Montreal è scaricabile in PDF, stampabile e gratuita.

Gli Irochesi di San Lorenzo, un popolo distinto dalle nazioni Irochesi degli Haudenosaunee che allora avevano sede nell'attuale New York, stabilirono il villaggio di Hochelaga ai piedi del Monte Reale secoli prima dell'arrivo dei francesi, come si può vedere nella mappa storica di Montreal. Gli archeologi hanno trovato prove della loro abitazione lì e in altri luoghi della valle storica almeno dal XIV secolo. L'esploratore francese Jacques Cartier visitò Hochelaga il 2 ottobre 1535 e stimò la popolazione dei nativi di Hochelaga come "più di mille persone". Settant'anni dopo, l'esploratore francese Samuel de Champlain riferì che gli Iroquoiani del San Lorenzo e i loro insediamenti erano scomparsi del tutto dalla valle del San Lorenzo, forse a causa dell'emigrazione, di epidemie di malattie europee o di guerre intertribali.

Nel 1611 Champlain stabilì un posto di commercio di pellicce sull'isola di Montreal, su un sito inizialmente chiamato La Place Royale. Alla confluenza della Petite Rivière e del fiume San Lorenzo, è dove si trova l'attuale Pointe-à-Callière, come mostrato nella mappa storica di Montreal. Nel 1639, Jérôme Le Royer de La Dauversière ottenne il titolo signorile dell'isola di Montréal a nome della Société de Notre-Dame de Montréal per stabilire una missione cattolica romana per evangelizzare i nativi. Paul Chomedey de Maisonneuve fu il governatore della colonia, che fu fondata il 17 maggio 1642. Nel 1689, gli Irochesi alleati con gli inglesi attaccarono Lachine sulla storica Isola di Montreal, commettendo il peggior massacro nella storia della Nuova Francia. Ville-Marie divenne un centro per il commercio di pellicce e una base per ulteriori esplorazioni francesi in Nord America. All'inizio del XVIII secolo, l'Ordine dei Sulpiziani si stabilì lì. Per incoraggiare l'insediamento francese, essi volevano che i Mohawk si allontanassero dal posto di commercio delle pellicce a Ville-Marie. Li persuasero a fare un nuovo insediamento nei loro vecchi terreni di caccia a nord del fiume Ottawa. Questo divenne Kanesatake. Il territorio canadese rimase una colonia francese fino al 1760, quando fu ceduto alla Gran Bretagna dopo la vittoria nella Guerra dei Sette Anni.

Montreal fu incorporata come città nel 1832, come mostrato nella mappa storica di Montreal. L'apertura del Canale di Lachine permise alle navi di bypassare le rapide di Lachine, non navigabili, mentre la costruzione del Ponte Vittoria fece di Montreal un importante nodo ferroviario. I leader della comunità d'affari di Montreal avevano iniziato a costruire le loro case nello storico Golden Square Mile dal 1850 circa. Nel 1860, era la più grande città del Nord America britannico e il centro economico e culturale indiscusso del Canada. Montreal fu la capitale della Provincia del Canada dal 1844 al 1849, ma perse il suo status quando una folla Tory bruciò il palazzo del Parlamento per protestare contro il passaggio del Rebellion Losses Bill. Per ragioni strategiche, il governo stabilì Ottawa come capitale, in quanto si trovava più all'interno della nazione.

Mappa vintage di Montreal

Mappa di Montreal antico

La mappa vintage di Montreal dà una visione unica della storia e dell'evoluzione della città di Montreal. Questa mappa vintage di Montreal con il suo stile antico ti permetterà di viaggiare nel passato di Montreal in Quebec - Canada. La mappa vintage di Montreal è scaricabile in PDF, stampabile e gratuita.

Dopo la prima guerra mondiale, il movimento del proibizionismo negli Stati Uniti portò Montreal a diventare una destinazione per gli americani in cerca di alcol. La disoccupazione rimase alta nella città vintage, e fu esacerbata dal Crollo della Borsa del 1929 e dalla Grande Depressione. Durante la seconda guerra mondiale, il sindaco Camillien Houde protestò contro la coscrizione ed esortò i montrealesi a disobbedire al registro del governo federale di tutti gli uomini e le donne. Il governo di Ottawa era furioso per la posizione di Houde e lo tenne in un campo di prigionia fino al 1944, come si può vedere nella mappa vintage di Montreal. Quell'anno il governo decise di istituire la coscrizione per poter espandere le forze armate. (vedi Crisi della coscrizione del 1944). Nel 1951, la popolazione di Montreal aveva superato il milione di persone. La Saint Lawrence Seaway aprì nel 1959, permettendo alle navi di aggirare Montreal. Col tempo questo sviluppo portò alla fine del dominio economico della città, dato che le imprese si trasferirono in altre aree. Durante gli anni '60 ci fu una crescita continua, compresa l'esposizione mondiale conosciuta come Expo 67, e la costruzione dei grattacieli più alti del Canada, nuove autostrade e la metropolitana conosciuta come Montreal Metro.

Gli anni '70 hanno inaugurato un periodo di cambiamenti sociali e politici di ampia portata, derivanti in gran parte dalle preoccupazioni della maggioranza francofona sulla conservazione della loro cultura e lingua, data la tradizionale predominanza della minoranza anglo-canadese nell'arena degli affari, come mostrato nella mappa d'epoca di Montreal. La crisi d'ottobre e l'elezione del 1976 del Parti Québécois, che sosteneva lo status sovrano del Québec, portarono alla partenza di molte imprese e persone dalla città d'epoca. Nel 1976, Montreal ospitò le Olimpiadi. Durante gli anni '80 e i primi anni '90, Montreal ha sperimentato un tasso di crescita economica più lento di molte altre grandi città canadesi. Alla fine degli anni '90, tuttavia, il clima economico di Montreal era migliorato, in quanto nuove imprese e istituzioni hanno iniziato a riempire le tradizionali nicchie commerciali e finanziarie.

Montreal è stata fusa con i 27 comuni circostanti dell'Isola di Montreal il 1º gennaio 2002. La fusione creò una città unificata di Montreal che copriva l'intera isola. Ci fu una grande resistenza da parte dei sobborghi ad essere fusi, con la percezione che la fusione fosse stata forzata sui sobborghi, per lo più inglesi, dal Parti Québécois, come indicato nella mappa vintage di Montreal. Come previsto, questa mossa si rivelò impopolare e diverse fusioni furono successivamente annullate. Diversi ex comuni, per un totale del 13% della popolazione dell'isola, hanno votato per lasciare la città appena unificata in referendum separati nel giugno 2004. La scissione ha avuto luogo il 1° gennaio 2006, lasciando 15 comuni sull'isola d'epoca, tra cui Montreal. I comuni scissi rimangono comunque affiliati alla città attraverso un consiglio di agglomerazione che raccoglie le tasse da loro per pagare numerosi servizi condivisi.